Login

Dimenticata la password?
Non hai un account? Registrati

Art. 1 – Iscrizioni

Le iscrizioni ai corsi si effettuano tutto l’anno e avvengono tramite colloquio con il Rappresentante legale e Presidente dell’associazione o suo delegato. E’ obbligatoria l’iscrizione ai corsi nel caso in cui venga richiesto un piano orario settimanale da rispettare; in caso di lezioni singole, non è necessaria alcuna procedura d’iscrizione.

Durante il colloquio viene concordato il piano orario settimanale (giorni, numero di ore settimanali per disciplina – che deve essere non inferiore a due per un corretto percorso di recupero-, vincoli da rispettare e altre esigenze). Sono necessari ai fini dell’iscrizione: la comunicazione di profitto insufficiente con le valutazioni nelle discipline oggetto di debito, giudizio del docente e eventuali assegni estivi. Per gli alunni D.A., BES, DSA., è necessaria la presentazione del PdP (Piano didattico personalizzato) o del PEI (Percorso educativo individuale) redatti dal consiglio della classe di provenienza, oltre ad eventuale documentazione medica. In caso di studenti minorenni è opportuno che essi siano accompagnati al colloquio da un genitore. Al momento dell’iscrizione il genitore, o chi ne fa le veci, consegnerà anche fotocopia della propria carta d’identità e del codice fiscale ai fini dell’emissione della ricevuta fiscale.

Art. 2 – Nomina dei tutor

Successivamente all’iscrizione si procederà alla nomina dei tutor che avverrà in base ad esigenze interne. Prioritariamente i tutor già in servizio ricopriranno le ore disponibili, per poi procedere alla convocazione tramite graduatoria di altri tutor. Ad assegnazione completata, tra i vari tutor sarà individuato un tutor responsabile di corso che intratterrà i rapporti con le famiglie e sarà punto di riferimento per lo studente e per gli altri tutor. Al responsabile di corso spetta il monitoraggio dell’attività di recupero.

Art. 3 – Calendario settimanale

Dopo la nomina dei tutor a partire dal primo giorno utile lo studente potrà intraprendere il percorso di recupero secondo un calendario settimanale personalizzato valido per la settimana in corso. Il calendario tiene conto di impegni e vincoli dello studente ma sarà articolato anche sulla base delle esigenze interne, di quelle dei tutor e tenendo conto dell’occupazione degli studi.

E’ necessario, per una questione di eguaglianza e democrazia, che ciascuno studente indichi tra le preferenze sia orari antimeridiani che pomeridiani: avendo un basso numero di studi a disposizione e per evitare incongruenze e sovrapposizioni, l’orario sarà calcolato dividendo equamente tra mattina e pomeriggio le ore di tutti gli studenti e di tutti i tutor. In ogni caso, ciascuno studente come ciascun tutor, in un determinato giorno avrà accumulate le ore solo di mattina o solo di pomeriggio salvo specifica richiesta.

Il calendario sarà pubblicato sul sito web www.studenthelper.it , nella sezione dedicata, il venerdì sera o il sabato mattina.

Art. 4 – Accesso al pubblico

Per un’iscrizione o un colloquio, è necessario sempre telefonare preventivamente per fissare un appuntamento: i tutor impegnati nelle lezioni non potranno ricevere fino al termine delle stesse.

Art. 5 – Tariffe orarie, pagamenti e ricevute

comma 1

Il contributo orario relativo ad una singola ora di lezione è pari a €12 quando le discipline oggetto di recupero sono una o due, €10 quando le discipline sono tre o più di tre. Le tariffe sono valide per tutti i tutor, per tutte le discipline e per ogni studente. Non sono consentiti sconti né aumenti.

comma 2

Il pagamento può avvenire a lezione o a settimana. Non esistono pacchetti per gli studenti delle scuole medie e superiori e il pagamento dell’intera somma non può avvenire alla fine dell’intervento di recupero. I genitori e gli studenti si impegnano a saldare puntualmente l’importo, entro i termini pattuiti.

Il saldo deve avvenire per intero (non sono ammessi arrotondamenti o sconti) e la transazione sarà documentata e registrata sull’apposito libro cassa.

Sul bollettino di pagamento, al momento del saldo, sarà apposto un timbro recante la data del pagamento. Tale operazione è riservata ai due collaboratori e al Rappresentante legale.

I tutor non sono autorizzati a prelevare denaro.

comma 3

La ricevuta, esente da IVA e dunque non scaricabile, è consegnata alla fine dell’operazione di recupero. Ogni tutor compilerà la ricevuta per la propria disciplina, con i propri dati in intestazione e contenente il numero degli incontri svolti (che non possono superare n. 31 in un anno solare) e il totale relativo al proprio lavoro.

Verranno indicati i giorni in cui sarà possibile ritirare in sede tutte le ricevute; in quelle date i tutor saranno disponibili in sede in orario antimeridiano per la consegna delle stesse secondo turnazione.  Ciascun tutor applicherà una marca da bollo da €2 su ogni ricevuta e avrà cura di fornire fotocopia da trattenere agli atti. Le ricevute devono essere firmate da entrambe le parti e numerate per ciascun tutor secondo un numero progressivo da 1 in poi. Per uno “storico” contenente tutte le lezioni svolte e i relativi importi è possibile consultare il bollettino dei pagamenti, contenuto nel fascicolo personale dell’allievo, che ogni tutor avrà cura di firmare alla fine di ogni ora di lezione pena il mancato addebito dell’importo. Essendo l’unico documento disponibile in formato cartaceo, detto bollettino è l’unico strumento che attesta l’avvenuto svolgimento della lezione.

Art. 6 –  Assenze

Soprattutto nei mesi estivi, visti i programmi disciplinari e il pressoché insufficiente tempo a disposizione prima degli esami di accertamento delle competenze, è buona norma per gli studenti essere sempre puntuali e limitare il numero di assenze.

comma 1

Le assenze dovranno essere sempre comunicate da un genitore se lo studente è minorenne direttamente al tutor della prima lezione giornaliera: in questo caso l’assenza può ritenersi già giustificata. Il responsabile di corso o il tutor della prima lezione giornaliera provvederà a divulgare l’assenza ai colleghi tramite gruppo Whatsapp e annoterà sul registro elettronico l’assenza e l’eventuale giustifica. Qualora l’assenza risulti ingiustificata il responsabile di corso provvederà a prendere contatti con il genitore, per accertarsi che quest’ultimo sia consapevole dell’assenza del proprio figlio, per poi provvedere a registrare la giustifica sul registro elettronico.

comma 2

Gli studenti sono pregati di segnalare eventuali impedimenti o restrizioni orarie relativi alla settimana successiva al proprio responsabile di corso entro il giovedì sera di quella precedente.

comma 3

Eventuali disdette dovranno essere comunicate appena possibile o comunque almeno 24 ore prima della lezione per questioni organizzative. Sono tollerate massimo tre disdette. Quelle improvvise, dovute a imprevisti di valida motivazione e problemi di salute o familiari, dovranno essere comunicate direttamente dal genitore (a prescindere dall’età dell’alunno) al responsabile di corso possibilmente almeno un’ora prima della lezione. Il responsabile di corso provvederà immantinente a renderlo noto ai colleghi e a registrare l’assenza giornaliera sul registro elettronico.

comma 4

Quando la disdetta viene effettuata meno di un’ora prima della lezione sarà necessario richiedere l’addebito dell’importo. Si può tollerare solo un’assenza per gravi motivi comprovati senza applicare la tariffa.

comma 5

Tutti i tutor in orario avranno cura di inserire comunque le ore di lezione previste senza alcuna descrizione delle attività svolte: la registrazione è indispensabile per il conteggio delle assenze che, altrimenti, risulterebbero nulle in termini di ore.

comma 6

Per ovvi motivi, un numero prolungato e continuo di assenze ingiustificate o giustificate con futili motivazioni, soprattutto se comunicate non in tempo utile potrebbe portare alla decisione di estromettere l’allievo/a dai corsi per permettere ai tutor di dedicarsi ad altri allievi più propedeutici e presenti.

Si fa presente che l’assenteismo porterà inevitabilmente al conseguimento di un esito negativo degli esami che l’alunno dovrà sostenere oltre a danneggiare economicamente i tutor che sono impegnati in determinati giorni ed orari con il singolo studente.

Art. 7 – Ritardi

I ritardi saranno annotati sul registro elettronico da ogni tutor che indicherà esattamente l’ora e i minuti. Ciò per documentare l’orario esatto di ingresso in sede qualora ci fossero problemi. Per ovvie questioni organizzative i minuti di ritardo non possono essere recuperati. E’ quindi responsabilità dello studente arrivare qualche minuto prima dell’orario di inizio della lezione.

Eccezionalmente, il tutor può decidere di sua spontanea volontà di detrarre un tot. di euro dall’importo della lezione (escluse le imposte da consegnare alla direzione) nel caso il ritardo superi i 30 minuti: tale procedura può essere tollerata per una volta. In altri casi non è prevista una detrazione dall’importo. La detrazione sarà annotata sul bollettino di pagamento.

Art. 8 – Uscite anticipate e riduzioni orarie

Per questioni di responsabilità, lo studente minorenne, una volta entrato in sede, non può uscire prima del termine dell’orario indicato sul sito (o sue modifiche) se non autorizzato, anche telefonicamente, o prelevato da un genitore. Non sono previste detrazioni economiche per uscite anticipate dell’ultimo minuto.

Non sono tollerate riduzioni orarie dell’ultimo minuto. Gli studenti richiederanno eventuali detrazioni orarie direttamente al Rappresentante legale, previa tutor interessato. La decisione spetta comunque al Rappresentante legale che terrà conto anche delle esigenze interne.

Art. 9 – Utilizzo dei mezzi informatici

I sigg. genitori degli studenti, minorenni e non, sono tenuti a controllare la propedeuticità alle lezioni dei propri figli (tenendo presente l’orario dei corsi, pubblicato ogni venerdì sera e valido per la settimana successiva nella sezione dedicata del sito www.studenthelper.it ) e tenendosi in stretto contatto con i responsabili di corso.

Art. 10 – Uso del cellulare durante i corsi

Si rende noto che per assicurare una buona concentrazione sia al tutor che allo studente, durante la lezione i cellulari devono essere tenuti in cartella con internet spento (onde evitare continui messaggi e notifiche) e su vibrazione per limitare l’uso solo degli stessi alle telefonate urgenti.

Art. 11 – Informazioni sull’andamento e figura del responsabile di corso

Ad ogni studente o gruppo di studenti è assegnato un responsabile di corso, individuato tra i tutor.

I responsabili di corso sono disponibili a dare tutte le informazioni di cui necessitano studenti e genitori. In sede è disponibile una tabella con la classe/il gruppo di appartenenza di ciascuno studente ed i relativi responsabili di corso.

Art. 12 – Pulizia degli ambienti, rispetto delle norme igieniche e cura dei locali ospitanti

Gli studenti sono invitati a mantenere un atteggiamento responsabile nei confronti degli ambienti che li ospitano, a non scrivere sui muri e sui tavoli, ad avere cura di eventuali materiali predisposti dall’Associazione (vocabolari, computer, etc.), a non gettare nulla a terra e ad utilizzare i cestini disponibili in sede.

Si raccomanda inoltre di non gettare nulla nel WC al di fuori della carta igienica e a lasciare l’ambiente sempre pulito.